Registra il tuo salone
Stai leggendo Dreadlocks o rasta? Cosa sono e come farli
Home / Tips /

Dreadlocks o rasta? Cosa sono e come farli

Consigli e metodi a confronto per una trasformazione radicale dei capelli

A cura di Redazione - Monday 16 November 2015

Dreadlocks, dread, capelli rasta, treccine afro… Comunque li si chiami, si tratta dell'anti-acconciatura per eccellenza, che da secoli e secoli continua a esercitare il suo fascino in tutto il mondo.

La parola rasta si riferisce alle persone che, fedeli alla filosofia del Rastafarianesimo, esprimono la loro scelta anche sfoggiando questo hairstyle. Dreadlocks (o dread) è invece la parola che indica le ciocche di capelli talmente aggrovigliate su se stesse da sembrare delle corde. Quando le ciocche non possono più essere sciolte, il processo di 'trasformazione' dei dread è completato.

Dreadlocks: come si fanno?
Il metodo 'naturale' per la formazione dei dread prevede di non pettinare i capelli per fare in modo che si aggroviglino spontaneamente. Va da se che ci vuole molto, moltissimo tempo: da nove mesi a più di un anno.

Per avere i dreadlocks in tempi più brevi (oppure per farne solo uno o due, lasciando sciolta il resto della chioma) ci sono comunque alcuni aspetti da considerare e altri sistemi tra cui scegliere. In primo luogo, la base ideale sono i capelli crespi o ricci: chi li ha lisci, può iniziare facendo una leggera permanente riccia. In secondo luogo, la chioma andrà lavata con uno shampoo specifico (ad esempio per capelli grassi) o con il sapone di marsiglia che, sgrassando molto, rendono i fusti più ruvidi permettendogli di annodarsi più facilmente. E niente balsamo, per non districarli. Infine, la lunghezza: facendo i dread, i capelli si accorciano di circa un terzo o della metà, a seconda di quanto spessi si fanno.

Dreadlocks: metodi a confronto
Un sistema abbastanza soft per agevolare la formazione dei dread è quello di strofinare i capelli con un panno di lana (una sciarpa, un vecchio maglione ecc). In questo modo si crea energia elettrostatica e le ciocche tendono a chiudersi tra loro. È consigliabile farlo periodicamente, per circa un quarto d'ora alla volta, fino a ottenere l'effetto desiderato, piuttosto che tutto in una volta.

Il metodo più veloce ed efficace per fare i dreadlocks, però, è quello della cotonatura (back comb). Dopo aver diviso la chioma in sezioni, le ciocche vanno pettinate energicamente e 'al contrario' - proprio come se si volessero cotonare i capelli - con un pettine a denti stretti, meglio se di metallo, partendo dalle radici e procedendo verso le punte. È consigliabile iniziare dalla nuca e proseguire verso la fronte. Quando gli intrecci sono abbastanza saldi, vanno fissati scaldando tra le mani della cera per capelli e applicandola su tutta la lunghezza.

Per rifinire i dreadlocks, poi, si può intervenire con l'uncinetto (la misura ideale è la più piccola in commercio), usandolo per riportare i capelli sciolti all'interno del dread o per chiudere meglio le punte.

Una volta completato il processo, i dreadlocks possono essere decorati con anelli o perline (utili anche per coprire qualche imperfezione) e portati con fasce o maxi-elastici colorati: via libera alla fantasia!

SFOGLIA LA GALLERY in apertura per vedere come i dreadlocks sono entrati nella cultura pop, da Bob Marley a oggi.

Scopri anche

Treccine africane: come si fanno?

SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, SEGUI HAIRADVISOR SU FACEBOOK

Sei un salone?

Ecco perché iscriversi su HairAdvisor!
  • Entrerai anche tu nel principale network on line di parrucchieri in Italia! Un punto di riferimento per oltre 8.500 strutture specializzate nell’hairstyling e nella bellezza dei capelli.
  • La tua presenza on line sarà rafforzata! Il tuo salone verrà geolocalizzato sul motore di ricerca di HairAdvisor per essere trovato immediatamente dalle clienti più vicine a te.
  • Sarai raggiunto da nuove clienti, che potranno contattarti con un click, votare il tuo salone e lasciare una recensione… fai parlare di te!
  • Con il nuovo sistema di prenotazione on line facile e gratuito, le tue clienti potranno prenotare 24 ore su 24 i trattamenti nel tuo salone con un solo click e potrai organizzare l'agenda del tuo salone direttamente su HairAdvisor.

Crea la tua scheda Salone in 3 mosse e attiva il servizio di prenotazione on line

  • 1
    Carica gli orari e i giorni di apertura del tuo salone
  • 2
    Crea e gestisci il listino prezzi dei trattamenti disponibili
  • 3
    Componi l’album fotografico dei tuoi migliori styling per ispirare le tue nuove clienti
Iscriviti gratis!