Registra il tuo salone
Stai leggendo Capelli crespi: tipologie e livelli di crespo
Home / Tips /

Capelli crespi: tipologie e livelli di crespo

Scopri come le diverse tipologie di capello (fine, medio e grosso) reagiscono ai fattori che scatenano l’effetto crespo

A cura di Redazione - Tuesday 23 June 2015

Quando si parla di bellezza dei capelli, una delle maggiori preoccupazioni delle donne è controllare l'effetto crespo. Generalmente è associato a capelli ricci e/o molto spessi, ma non esiste un'unica tipologia di crespo, e nessun tipo di capello è veramente immune da questo difetto: in base al loro spessore (ma anche ad altri fattori, che possono andare dai trattamenti di styling e colore all'alimentazione), possono essere più o meno propensi a diventare crespi quando c'è umidità nell'aria.
La prima causa esterna dell'effetto crespo è proprio il livello di umidità; per questo è consigliabile avere a portata di smartphone un'app con le previsioni meteo, come ad esempio Weathair di Redken - che in più offre consigli di styling e trattamento personalizzati in base al profilo compilato dall'utente.
La combinazione di caratteristiche del capello e condizioni climatiche determina il livello di protezione dal crespo necessario per tenere a posto la chioma.

Ecco allora un mini-identikit delle principali tipologie di capelli, e i consigli su come trattarli.

Capelli fini (a sinistra nell'immagine di apertura)
Sono quelli che rischiano meno l'effetto crespo, e comunque difficilmente si trasformano in chiome troppo voluminose e veramente ingestibili. Per non risultare appesantiti dallo styling, hanno bisogno di prodotti leggeri ad azione districante e lisciante, con fattore di protezione basso, che saranno sufficienti anche per affrontare condizioni di umidità elevata.

Capelli medi (al centro nell'immagine di apertura)
In questo caso, i capelli diventano opachi a causa del crespo, che li rende anche gonfi e indisciplinati. Per una beauty routine efficace, servono sieri senza risciacquo a effetto lisciante e lucidante, con fattore medio, che proteggano i fusti dall'umidità e dal calore degli strumenti per lo styling come piastra, ferro ecc, permettendogli di sopportare condizioni di umidità medio-alta.

Capelli grossi (a destra nell'immagine di apertura)
Sono quelli più predisposti a diventare crespi, gonfi e difficili da gestire. Per contrastare l'effetto crespo, in questo caso serve una crema ricca che assicuri nutrimento intenso ai capelli e fattore di protezione alto, da applicare dopo lo shampoo prima di usare il phon, necessario per fronteggiare condizioni di umidità medio-alta. Solo se l'umidità è a livelli minimi, può bastare un siero lisciante più light.

Scopri anche

Capelli crespi e secchi? No, grazie!

Capelli: i rimedi anti-crespo

I consigli delle star per domare i capelli crespi

SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, SEGUI HAIRADVISOR SU FACEBOOK

Sei un salone?

Ecco perché iscriversi su HairAdvisor!
  • Entrerai anche tu nel principale network on line di parrucchieri in Italia! Un punto di riferimento per oltre 8.500 strutture specializzate nell’hairstyling e nella bellezza dei capelli.
  • La tua presenza on line sarà rafforzata! Il tuo salone verrà geolocalizzato sul motore di ricerca di HairAdvisor per essere trovato immediatamente dalle clienti più vicine a te.
  • Sarai raggiunto da nuove clienti, che potranno contattarti con un click, votare il tuo salone e lasciare una recensione… fai parlare di te!
  • Con il nuovo sistema di prenotazione on line facile e gratuito, le tue clienti potranno prenotare 24 ore su 24 i trattamenti nel tuo salone con un solo click e potrai organizzare l'agenda del tuo salone direttamente su HairAdvisor.

Crea la tua scheda Salone in 3 mosse e attiva il servizio di prenotazione on line

  • 1
    Carica gli orari e i giorni di apertura del tuo salone
  • 2
    Crea e gestisci il listino prezzi dei trattamenti disponibili
  • 3
    Componi l’album fotografico dei tuoi migliori styling per ispirare le tue nuove clienti
Iscriviti gratis!